[Solo i registrati e attivati possono vedere i links. ]
[Solo i registrati e attivati possono vedere i links. ]
[Solo i registrati e attivati possono vedere i links. ]
[Solo i registrati e attivati possono vedere i links. ]
[Solo i registrati e attivati possono vedere i links. ]
[Solo i registrati e attivati possono vedere i links. ]
[Solo i registrati e attivati possono vedere i links. ]


Silvio Berlusconi richiama la sua celebre "discesa in campo" del 1994 e traccia un parallelo tra i comunisti di allora e il Movimento 5 Stelle di oggi, definendo i pentastellati "ancora più pericolosi" del nemico di oltre venti anni fa.
Le parole del Cavaliere vengono riportate da Il Giornale, in un articolo di oggi firmato Fabrizio Boschi. "Visibilmente in forma, di buon umore e disponibile, dimagrito e in ottima salute («sì, sto molto bene, grazie»)", così viene definito dal giornalista lo stato di forma di Berlusconi.
Il nemico numero uno dell'Italia, a detta di Berlusconi, è il M5S: "Loro sono la mia più grande preoccupazione, non da politico, ma da italiano. La cosa migliore da fare se andassero al governo, sarebbe cambiare Paese. Naturalmente è un paradosso, ma se ci dovesse essere una certa forza al potere, io credo che non avremmo di fronte un avvenire positivo. Al contrario".
[Solo i registrati e attivati possono vedere i links. ]
[Solo i registrati e attivati possono vedere i links. ] pubblicato su [Solo i registrati e attivati possono vedere i links. ] 15 marzo 2017 12:16.
[Solo i registrati e attivati possono vedere i links. ] [Solo i registrati e attivati possono vedere i links. ]


[Solo i registrati e attivati possono vedere i links. ]