15 gennaio 2015 – Il neo acquisto della Sauber, Marcus Ericsson, si dice determinato a riscattare l’opaca annata d’esordio di cui è stato protagonista al volante della Caterham nel 2014. Riscatto che dovrà per forza mettere in atto anche la stessa Sauber, visto che lo scorso anno il team di Hinwil ha concluso al decimo posto nella classifica costruttori senza nemmeno segnare un punto. Un fatto che non era mai accaduto nella storia di questo team in F1, iniziata ormai nel lontano 1993 dopo un vittorioso passato nelle serie a ruote coperte. Tuttavia, Ericsson resta convinto che la sua nuova squadra abbia il giusto potenziale per rimettersi in carreggiata fin da subito dopo una stagione a dir poco deludente. “Fra le persone con cui lavoro c’è una sacco di gente affamata di risultati” – ha dichiarato lo svedese citato da Crash.net - “Senza dubbio sono stati protagonisti di un’annata deludente, ma al momento sono tutti determinati a reagire e a dimostrare che sono in grado di fare un ottimo lavoro. In fabbrica c’è parecchio entusiasmo fra i membri della squadra e questo credo questo sia importante”. Per quanto riguarda l’approccio personale, Ericsson è convinto che l”essere riuscito a guidare per due giorni la Sauber nella sessione di test conclusiva ad Abu Dhabi dello scorso mese di novembre sia un aspetto utile al suo percorso di avvicinamento alla nuova stagione: Ogni volta che sale in macchina un nuovo pilota ci sono sempre aspetti diversi da affrontare per quanto riguarda le sue caratteristiche e questo può indicare la direzione nella quale è utile concentrarsi. Di sicuro sono stato già in grado di dare qualche input relativamente a quello che più mi piace e ciò che invece non mi piace. Quindi questo è sicuramente positivo”.

15 gennaio 2015 – Il neo acquisto della Sauber, Marcus Ericsson, si dice determinato a riscattare l’opaca annata d’esordio di cui è stato protagonista al volante della Caterham nel 2014. Riscatto che dovrà per forza mettere in atto anche la …

Leggi articolo completo...