13 gennaio 2015 – Hermann Tilke – l’architetto della Formula 1 – è certo che le modifiche apportate al vecchio tracciato Hermanos Rodrigues di Città del Messico per adattarlo alle esigenze del moderno Motorsport, si riveleranno un successo, come anche il nuovo tracciato cittadino di Baku, che dovrebbe arrivare nel Mondiale il prossimo anno.L’ultima volta che si è corso in Messico era il lontano 1992. Nel 2015, a 23 anni di distanza, si tornerà nel grande stato centro-americano e nella città più popolosa del centro-nord america (9 milioni di abitanti) per correre ancora una volta sullo stesso tracciato, ma che presenterà evidenti cambiamenti, come la “mutilazione” della leggendaria curva Peraltada.“Rispetto al vecchio tracciato la pista manterrà il suo carattere” – ha esordito Tilke su Motorsport.com – “Saranno nuove la corsia dei box e il paddock, anche se non siamo riuscite a farle molto spaziose. E poi dopo il rettilineo abbiamo introdotto alcune nuove curve, perché questo è un tratto della pista importante per gli spettatori, dove le auto si muovono a serpente e molto velocemente“.“Lo abbiamo anche#messo in sicurezza” – continua Tilke – “Ora è#come un grande stadio per concerti all’interno del quale abbiamo messo le auto, certo è una parte a bassa velocità della pista ma è stata pensata per gli spettatori e ci sarà dell’azione, sicuramente“.Il progettista tedesco ha inoltre risposto alle critiche sul layout della pista di Baku, in Azerbaijan, che esordirà nel mondiale con ogni probabilità dal 2016. “Bisogna vedere il tutto in tre dimensioni, non si può guardare solamente l’immagine dall’alto. Nel centro storico si va davvero in salita, e la pista segue le mura della città del 1200, sarà davvero emozionante. Sarà un circuito temporaneo solo all’uno per cento, tutte le strade sono già esistenti, risistemeremo alcune di loro ma non tutte“.“Peraltro è una pista molto veloce” – conclude Tilke – “Si tratta di una sfida assolutamente diversa da ogni altra pista al mondo, sarà differente da Monaco e da Singapore, sarà completamente eccezionale“.

13 gennaio 2015 – Hermann Tilke – l’architetto della Formula 1 – è certo che le modifiche apportate al vecchio tracciato Hermanos Rodrigues di Città del Messico per adattarlo alle esigenze del moderno Motorsport, si riveleranno un successo, come anche

Leggi articolo completo...