12 gennaio 2015 – La AAI ha intentato una causa contro la Kingfisher Airlines di Vijay Mallya per recuperare la sua parte di debiti.La Kingfisher Airlines di Vijay Mallya non conosce pace, con i suoi creditori che battono cassa, reclamando i propri soldi da qualsiasi direzione. Dopo gli sviluppi avvenuti la scorsa settimana, con la sentenza della corte di Mumbai che limita gli spostamenti del 59enne magnate indiano al di fuori del paese se non con un preavviso di almeno 48 ore (leggi qui), è notizia di oggi che la#Airports Authority of India ha intentato una causa civile presso l’Alta Corte di Bombay contro la compagnia aerea e lo stesso Mallya, nominato dalla stessa corte come imputato e chiamato a rispondere alle accuse dell’operatore aeroportuale.
Secondo la AAI ed il suo avvocato Rekha Rajgopal, la Kingfisher Airlines deve ancora pagare 2,94 miliardi di rupie indiane di arretrati (40 milioni di euro circa al cambio) in imposte aeroportuali e non, valide sino a febbraio del 2014. La compagnia aerea ha sospeso le sue operazioni di volo nell’ottobre del 2012, a causa del fallimento dovuto ai tantissimi debiti accumulati nel corso dei 7 anni nei quali ha operato, ed il suo permesso di volo è scaduto il 31 dicembre scorso.Da parte della Kingfisher Airlines, secondo il sito rediff.com, non è ancora arrivato nessun commento riguardo questi ultimi recenti sviluppi della vicenda.

12 gennaio 2015 – La AAI ha intentato una causa contro la Kingfisher Airlines di Vijay Mallya per recuperare la sua parte di debiti.La Kingfisher Airlines di Vijay Mallya non conosce pace, con i suoi creditori che battono cassa, …

Leggi articolo completo...