6 gennaio 2015 -#La Dakar torna a reclamare il proprio tributo di sangue. Stavolta è toccato al polacco Michal Hernik su KTM presentarsi all’appuntamento col destino.La polvere, le rocce e la terra della Dakar, oggi, si sono ancora una volta tinte di rosso. Michal Hernik, polacco trentanovenne alla sua prima partecipazione al raid, è stato trovato morto all’altezza del chilometro 206 della tappa odierna, da San Juan a Chilecito. “Le circostanze del decesso sono ancora da determinare, dato che il concorrente non presenta alcun segno esteriore causato da incidente o trauma.” si legge nel comunicato emesso dagli organizzatori.Hernik, a bordo della sua KTM, è la quinta vittima da quando la Dakar si è trasferita in Sudamerica nel 2009, la ventiquattresima in totale. Come da copione, si apriranno sterili dibattiti circa la pericolosità o meno di uno sport simile, del motorsport in generale, o ancora dell’inappropriatezza di correre in mezzo al deserto. L’unica cosa che conta al momento, è che un altro ragazzo ha chiuso gli occhi per seguire il proprio sogno, facendo ciò che più amava.
Agli amici ed ai cari di Hernik vanno le condoglianze della redazione di FormulaPassion.it.

6 gennaio 2015 -#La Dakar torna a reclamare il proprio tributo di sangue. Stavolta è toccato al polacco Michal Hernik su KTM presentarsi all’appuntamento col destino.La polvere, le rocce e la terra della Dakar, oggi, si sono ancora …

Leggi articolo completo...