30 dicembre 2014 – Yvan Muller ritiene che il suo difficile approccio con il simulatore abbia giocato un ruolo importante nella lotta al titolo WTCC 2014, conquistato con autorità dall’esordiente José Maria Lopez.Lo squadrone Citroen si è presentato al via della stagione 2014 del WTCC schierando un quattro volte campione del mondo, Yvan Muller, e due esordienti nella categoria ma di indiscusso talento, ossia il nove volte campione del mondo rally Sebastien Loeb e il tre volte campione argentino del campionato turismo José Maria Lopez.Sulla carta, Muller appariva come il grande favorito per la vittoria finale. Il WTCC, però, in questa stagione è passato dalle Super 2000 al nuovo regolamento TC1 che ha reso le auto più potenti e con aerodinamica differente. Il campionato ha visto così Lopez vestire il ruolo di assoluto dominatore, con 10 vittorie totali contro le 4 di Muller e ben 126 punti di distacco in classifica generale.Il francese ritiene che il nuovo regolamento abbia annullato il suo vantaggio in termini di esperienza nella serie, vedendosi inoltre ulteriormente svantaggiato dal fatto che i suoi due compagni di squadra hanno saputo utilizzare meglio il simulatore per prendere confidenza con la macchina: “La mia esperienza precedente non mi è stata molto d’aiuto quest’anno con la nuova vettura” – ha dichiarato ad Autosport – “così come il simulatore della Citroen che hanno sviluppato Seb e José“.Muller ha aggiunto: “Per Pechito, quest’anno è stata la prima volta a Macao, ma se si includono i giri fatti al simulatore lui ha fatto più giri di quanti ne abbia fatti io. Per me il simulatore non è realistico, ma per loro lo è“.Per il prossimo anno Muller è però ottimista, per una serie di fattori: “Quest’anno ho faticato un po’ in macchina e so che ho bisogno di lavorare su me stesso durante l’inverno. Abbiamo alcune evoluzioni della vettura per il prossimo anno e c’è qualcosa relativo all’asse anteriore, di cui non posso parlare troppo, che mi dovrebbe aiutare“.

30 dicembre 2014 – Yvan Muller ritiene che il suo difficile approccio con il simulatore abbia giocato un ruolo importante nella lotta al titolo WTCC 2014, conquistato con autorità dall’esordiente José Maria Lopez.Lo squadrone Citroen si è presentato al …

Leggi articolo completo...