26 dicembre 2014 – Una macchina è per sempre… ma anche no. Ci sono piloti che hanno legato la propria carriera in Formula 1 in modo indissolubile a una vettura, una scuderia, un costruttore, e con quello hanno fatto il bello e il cattivo tempo nella loro professione, ma oggi non è più così.Il felice matrimonio tra Sebastian Vettel e la Red Bull è terminato poche settimane fa dopo sei stagioni e 113 gran premi insieme, così come anche quello un po’ più burrascoso tra Alonso e la Ferrari dopo 96,#lo stesso numero di gare che legano#Jenson Button alla McLaren e Nico Rosberg alla Mercedes, i piloti della Formula 1 di domani legati da più tempo alle loro scuderie.Due binomi storici dell’automobilismo mondiale cessano dunque di esistere con la stagione 2015 e come il calcio – dove la “bandiera” è una rarità e Totti con le sue 700 e passa gare con la Roma rappresenta una mosca bianca – anche la Formula 1 si adegua ai tempi che corrono.L’alto numero di Gran premi con un solo team, è favorevole ai piloti contemporanei solo grazie all’aumentato numero di gare in calendario, ma coppie che non scoppiano entro i cinque anni di matrimonio iniziano a essere una rarità. Basti pensare che dopo Nico Rosberg e Jenson Button il binomio più saldo al via della prossima stagione sarà quello tra Kimi Raikkonen e la Ferrari, una storia in due parti che vede il finlandese e la Ferrari legati da 71 gran premi e quattro stagioni.Quello più lungo di sempre lo hanno siglato Michael Schumacher e la Ferrari. L’amore tra Schumi e il marchio del Cavallino è stato il più lungo e duraturo della storia della Formula 1: 11 anni e 180 gran premi conditi da 5 titoli mondiali, 72 vittorie, 58 pole, 53 giri veloci, 116 podi. Numeri da capogiro per Kaiser Schumi e il suo destriero rampante.Al secondo posto, con 150 gran premi assieme e un amore non secondo a nessuno, la storia tra David Coulthard e la McLaren. Lo scozzese è stato di casa a Woking per ben nove anni, conquistando 12 vittorie, 7 pole, 14 giri veloci ma senza mai riuscire a vincere un titolo, collezionando invece un secondo posto e tre terzi posti finali.Il terzo gradino del podio è occupato poi da un altro protagonista di un matrimonio finito da poco, quello tra Felipe Massa e la Ferrari, conclusosi al termine dell’annata 2013 e durato ben 139 gran premi, per un totale di 8 stagioni condivise tra il brasiliano oggi alla Williams, e la rossa.Ai piedi del podio una sorpresa, per i meno attenti. Jacques Laffite e la Ligier, con ben 132 Gran Premi totali! La coppia francese ha convissuto per nove stagioni che hanno fruttato 6 vittorie, 7 pole, 6 giri veloci e ben tre quarti posti consecutivi nel Mondiale, dal 1979 al 1981. Quinto il binomio Mika Hakkinen-McLaren che chiude le posizioni di vertice a quota 131 con quello che fu un amore vero, durato ben nove anni tra il 1993 e il 2001 e terminato solo al termine della carriera del finlandese dopo due titoli mondiali piloti e altrettanti costruttori.Anche quello tra Mark Webber e la Red Bull è stato un matrimonio longevo: 129 gran premi e sesto posto totale davanti proprio al suo ex compagno Sebastian Vettel e al binomio Hamilton-McLaren.#Scorrendo la classifica si incontrano binomi storici, come Senna-McLaren, Piquet-Brabham, Prost-McLaren, Mansell-Williams ma anche alcuni meno noti ma profondamente romantici, come il gemellaggio tra Minardi e Pierluigi Martini, durato ben 102 gran premi, e quello tra Elio De Angelis e la Lotus, con 90 partecipazioni congiunte.
I binomi più duraturi della storia della Formula 1
1° Ferrari – Michael Schumacher – 180 GP
2° McLaren – David Coulthard – 150 GP
3° Ferrari – Felipe Massa – 139 GP
4° Ligier – Jacques Laffite – 132 GP
5° McLaren – Mika Hakkinen – 131 GP
6° Red Bull – Mark Webber – 129 GP
7° Red Bull – Sebastian Vettel – 113 GP*
8° McLaren – Lewis Hamilton – 110 GP
9° McLaren – Alain Prost – 107 GP
10° Brabham – Nelson Piquet – 106 GP
11° Renault – Fernando Alonso – 105 GP
12° Ferrari – Rubens Barrichello – 102 GP
= Minardi – Pierluigi Martini – 102 GP
14° Ferrari – Gerhard Berger – 96 GP
= McLaren – Ayrton Senna – 96 GP
= Ferrari#– Fernando Alonso#– 96 GP*
= McLaren#– Jenson Button – 96 GP
= Mercedes#– Nico Rosberg – 96 GP
19° Williams – Nigel Mansell – 95 GP
20° Williams – Ralf Schumacher – 94 GP
21° Force India#– Adrian Sutil – 92 GP
22° Lotus – Elio De Angelis – 90 GP
= Toyota – Jarno Trulli – 90 GP
24° McLaren#– Kimi Raikkonen – 87 GP
25° McLaren – Denny Hulme#– 86 GP
26° Williams – Riccardo Patrese – 81 GP
= BAR – Jacques Villeneuve – 81 GP
28° Ferrari – Michele Alboreto – 80 GP
= Tyrrell – Patrick Depailler – 80 GP
= Brabham – Jack Brabham – 80 GP
Altri piloti in attività
Ferrari#– Kimi Raikkonen – 71 GP
Toro Rosso#– Jean Eric Vergne – 58 GP*
Lotus#– Romain Grosjean#– 57 GP
Force India#– Nico Hulkenberg#– 39 GP
Mercedes#– Lewis Hamilton – 38 GP
Williams#– Valtteri Bottas – 38 GP
Marussia#– Max Chilton – 35 GP*
*Striscia esaurita al termine della stagione 2014. Vettel e Alonso hanno lasciato Red Bull e Ferrari, così come Vergne la Toro Rosso. Per quanto riguarda Chilton è al momento improbabile che la Marussia possa essere al via del mondiale 2015.


26 dicembre 2014 – Una macchina è per sempre… ma anche no. Ci sono piloti che hanno legato la propria carriera in Formula 1 in modo indissolubile a una vettura, una scuderia, un costruttore, e con quello hanno fatto il

Leggi articolo completo...