22 dicembre 2014 – In attesa del pronunciamento del comitato dei creditori chiamato ad approvare l’eventuale vendita del team a nuovi investitori, emergono i primi numeri sulla discussa operazione di crowdfunding da 2,35 milioni di sterline, organizzata dagli amministratori della Smith&Williamson, che ha portato il team di Leafield ad Abu Dhabi e che avrebbe fruttato un guadagno di 75 mila sterline. I documenti presentati dalla Caterham, e citati dall’Independent, rivelano che al traguardo dei 2,35 milioni di sterline, raggiunto proprio nel corso del Gran Premio di Abu Dhabi, hanno contribuito sia Kobayashi che Stevens con 515.298 sterline: il rookie inglese ha poi disputato anche la due giorni di test, quindi possiamo presumere che la sua parte sia stata maggiore di quello del giapponese. Il valore totale dei premi corrisposti ai tifosi (vecchie parti della monoposto e oggetti di merchandising), in cambio e a seconda dell’entità del loro contributo, ammonta a sole 160.316 sterline, il che significa che la trasferta è costata circa 2,1 milioni. Alla voce spese, ad esempio, si contano il carburante, costato 80.000 sterline, trasferta e alloggi 31.142 sterline, il catering ha raggiunto le 28.577 sterline, mentre la paga del personale ha richiesto solo 100 mila sterline, visto che i 49 membri del team hanno ricevuto duemila sterline a testa. Sempre secondo la testata britannica, gli stipendi della Caterham sono stati i più bassi del circus: la Marussia, ad esempio, ha pagato una media di 2.800 sterline a gara ai suoi 168 uomini. Ovviamente a quanto sopra vanno aggiunte altre uscite non riportate, che hanno lasciato nelle casse della Caterham solo 75 mila sterline. Considerato che la situazione debitoria a ottobre ammontava a circa 16 milioni di sterline (di cui 177.600 in stipendi arretrati) si capisce perché #Finbarr O’Connell abbia dichiarato che “è troppo presto per commentare qualcosa con certezza” quanto la Caterham sarà in grado di ripagare ai suoi creditori.

22 dicembre 2014 – In attesa del pronunciamento del comitato dei creditori chiamato ad approvare l’eventuale vendita del team a nuovi investitori, emergono i primi numeri sulla discussa operazione di crowdfunding da 2,35 milioni di sterline, organizzata dagli amministratori della

Leggi articolo completo...