18 dicembre 2014 – Il telaio della Sauber C34 ha passato i crash test obbligatori della FIA, in vista dell’assemblaggio che dovrà essere ultimato prima di scendere in pista all’inizio del nuovo anno. Dopo la McLaren, che nei giorni scorsi aveva annunciato di aver superato la prova di crash con la scocca della nuova MP4/30 che verrà equipaggiata con il motore Honda, ora è il turno della Sauber di ricevere un responso positivo per quanto riguarda l’omologazione secondo i criteri dettati dalla Federazione Internazionale dell’Automobile. Per quanto riguarda il 2015, le novità in materia riguardano l’aumento delle misure di sicurezza nella zona intorno alla testa del pilota secondo quanto è stato deciso in occasione del World Motorsport Council di Doha lo scorso 3 dicembre. A questo proposito è cambiata la dimensione dei pannelli anti intrusione in Zylon posizionati su entrambi i lati della cellula di sopravvivenza, che sono stati estesi verso l’alto nell’area dell’abitacolo.
Good news – The Sauber C34 Chassis passed crash tests today and is FIA homologated. Rear crash test will follow in January, as usual #F1
— Sauber F1 Team (@SauberF1Team) December 18, 2014
Il fatto che la Sauber abbia passato i crash test obbligatori è una buona notizia per il team di Hinwil, indicato di recente come uno di quelli più in difficoltà dal punto di vista economico. Sicuramente l’arrivo dei nuovi piloti Ericsson e Nasr ha portato dei benefici sotto questo aspetto, ma avere la certezza di aver superato questo primo ostacolo significa che i tecnici e il personale addetto potranno già iniziare ad assemblare il primo esemplare della nuova C34 che verrà spinta dalla power unit Ferrari. Infatti, da alcuni anni a questa parte, il regolamento della massima formula prevede che la scocca delle monoposto debba essere omologata da parte della FIA prima di poter scendere in pista per qualsiasi prova o test pre-stagionale.

18 dicembre 2014 – Il telaio della Sauber C34 ha passato i crash test obbligatori della FIA, in vista dell’assemblaggio che dovrà essere ultimato prima di scendere in pista all’inizio del nuovo anno. Dopo la McLaren, che nei giorni scorsi …

Leggi articolo completo...