17 dicembre 2014 -#Dopo il primo successo a Punta del Este, Sebastien Buemi, portacolori del team e.dams Renault, è secondo in classifica alle spalle di Lucas Di Grassi. Lo svizzero, campione del mondo Endurance con Toyota, ha raccontato al sito ufficiale della Formula E le sue sensazioni dopo la terza tappa del campionato di Formula E:#”Avevamo mostrato di essere in gran forma nei test invernali a Donington Park ma abbiamo avuto una partenza davvero brutta a Pechino e una gara più o meno positiva a Putrajaya con il terzo posto. Vincere qui è perfetto per il team che ha lavorato molto duramente e se lo merita, quindi sono contento di avercela fatta qui”.Complice il ko di Sam Bird e il terzo posto di Lucas di Grassi, i venticinque punti di Punta del Este hanno proiettato lo svizzero a 18 lunghezze dal portacolori del team Audi Sport Abt: “Siamo secondi nel campionato Piloti e il primi in quello Team, quindi credo sia sicuramente l’inizio di qualcosa di buono. Dobbiamo assicurarci di proseguire con questo tipo di prestazioni. Chiaramente, avevamo una buona macchina nei test prestagionali su un circuito più tradizionale e poi abbiamo faticato ad adattarla a quelli cittadini”: un discorso che vale però sicuramente sul piano personale e non di team, visto che sia a Pechino che a Putrajaya in pole c’era la vettura gemella di Prost (che nella gara inaugurale ha anche sfiorato la vittoria, ndr). “Ora sembra che abbiamo trovato un ottimo compromesso, quindi aspettiamo e vediamo cosa succederà a Buenos Aires”, ha continuato Buemi. “Non vedo l’ora di andarci, l’Argentina è un gran posto. Ho sentito che sarà una grande pista con alcuni settori molto veloci ed è una bella location. Speriamo di poter ottenere un risultato simile”.
Grazie anche ai test svolti nella giornata di domenica, dai quali Buemi è emerso con il secondo crono di giornata, il team e il 26enne svizzero hanno potuto affinare la loro comprensione della vettura e della complessa gestione tecnico-strategica richiesta dalla powertrain elettrica: “Chiaramente è importante imparare il più possibile per quel che riguarda le strategie.#Ma direi che con le tante Safety Car fin qui non abbiamo mai dovuto risparmiare un sacco di energia. Non appena, esce, se ne risparmia un sacco”. Una condizione non certo generalizzata, come Pechino (con il suo stesso compagno di squadra Prost) e Putrajaya hanno mostrato. “Sappiamo più o meno come fare fin dalle prime due gare a risparmiare energia. Abbiamo imparato molto ma non abbiamo mai dovuto metterlo troppo in atto”.

17 dicembre 2014 -#Dopo il primo successo a Punta del Este, Sebastien Buemi, portacolori del team e.dams Renault, è secondo in classifica alle spalle di Lucas Di Grassi. Lo svizzero, campione del mondo Endurance con Toyota, ha raccontato al …

Leggi articolo completo...