12 dicembre 2014 – E’ notte fonda, fa molto freddo. Mentre aspetto il mio informatore, osservo il nuovo fabbricato – tra il Museo e la sede storica di via Abetone – ormai prossimo al completamento. Accoglierà tutta la Scuderia e arriverà bene ad occupare il suo ufficio anche il Principal Maurizio.Ecco l’uomo che aspettavo. Arriva dalle parti del Veneto: “Come diciamo noi lassù, quando un fiume è in piena, è stata una montana”. Cioè? “Un fiume di parole tra Jack Daniel, Calvados e Nocino”. Dai digestivi del dopocena individuo Leo e il suo amico Procuratore. E il Nocino?: “Pare sia il preferito da Maurizio, insieme agli AC/DC”.Vengo a sapere che nel momento del commiato, Leo aveva raccomandato Procuratore di non pubblicare nulla sulla cena per almeno ventiquattro ore, perchè voleva la precedenza per poter annunciare in anticipo l’arrivo dell’asturiano a Woking. Invece all’alba Profondo Rosso raccontava di “una notte speciale…”. Fulmineo e astuto il Leo.Di speciale si sarebbero detti che se la Rossa non torna vittoriosa, se non si sbloccano le regole, il copione già scritto sarebbe inesorabilmente nefasto: “Qui si rischia fra qualche anno di disputare le gare in circuiti deserti dove i team si premiano tra loro”, avrebbe detto un preoccupato Maurizio, consapevole che l’onda lunga dell’antipatia insieme alla mancanza di risultati# sarebbe devastante.Insomma, bisogna cominciare a vincere intanto in simpatia, in autostima e in una nuova comunicazione – “le aziende sono fatte di uomini e nessuno ha la bacchetta magica” -, poi sul fronte dell’autorevolezza ai piani alti, dove si partoriscono le regole e si distribuiscono i proventi di tutto l’ambaradan. Ma sulle prospettive di ritornare alla vittoria in pista, cosa si sarebbero detti?: “L’uomo con il maglione blu vuole a tutti i costi tornare sul primo gradino”.Ma “tutti i costi” per# il recupero potrebbero essere veramente tanti. Li vorrà pagare gli investimenti necessari per cervelli e risorse? Senza quelli tra un anno Maurizio potrebbe tornare da dove è venuto, mentre si aprirebbe un nuovo campionato al rimpallo delle colpe e alla ricerca degli alibi. Che da queste parti è sempre stato vincente.

12 dicembre 2014 – E’ notte fonda, fa molto freddo. Mentre aspetto il mio informatore, osservo il nuovo fabbricato – tra il Museo e la sede storica di via Abetone – ormai prossimo al completamento. Accoglierà tutta la Scuderia e

Leggi articolo completo...