9 dicembre 2014 – Alla fine del mese di novembre, la Caterham ha deciso di chiudere la propria sezione di ricerca e sviluppo con base a Norfolk.La CTI, questo l’acronimo di Caterham Technology and Innovation, stava lavorando insieme alla Renault su un progetto congiunto che aveva come obiettivo lo sviluppo di una vettura stradale sportiva, la cui distribuzione sarebbe avvenuta attraverso i marchi Alpine e Caterham. Un progetto che, in sostanza, era già naufragato già lo scorso anno, ma nonostante questo il centro è rimasto aperto per seguire alcune attività legate all’industria nautica ed aerospaziale insieme a partner del calibro di Air Asia, un’altra delle aziende facenti capo al proprietario della stessa fabbrica di vetture Caterham, Tony Fernandes.Inoltre, come ha rivelato il magazine britannico Racecar Engineering, dopo il trasferimento della factory del team Caterham di Formula 1 presso il Centro Tecnologico di Leafild, il CTI è tornato nei locali della vecchia sede presso Ironside Way a Hingham, Norfolk. Questo complesso, che vanta uno storico di rilievo nel campo delle corse automobilistiche, aveva ospitato in passato le attività della RTN, che qui aeva dato vita al team Bentley che militò classe LMP1 e aveva dato corso al progetto dell’Audi R8C. Originariamente, il centro era nato per ospitare la factory del team Tom’s in Gran Bretagna. La suddetta struttura è# comunque ben attrezzata e dispone di impianti per la lavorazione standard dei materiali compositi, tanto che qui ha visto la luce anche la Caterham CT03 che ha gareggiato in F1 nella stagione 2013.

9 dicembre 2014 – Alla fine del mese di novembre, la Caterham ha deciso di chiudere la propria sezione di ricerca e sviluppo con base a Norfolk.La CTI, questo l’acronimo di Caterham Technology and Innovation, stava lavorando insieme

Leggi articolo completo...