7 dicembre 2014 – La Mercedes ha da poco concluso una stagione trionfale, coronata dai due titoli mondiali e costellata di record e vittorie. Ma dove si colloca la#F1-W05 tra le monoposto più forti della storia della Formula 1? Secondo i numeri sicuramente tra le prime tre, e forse proprio al primo posto, dipende da quale statistica si vuol prendere in esame e soprattutto se la si vuole umanizzare con una considerazione fondamentale…Partiamo dalla fine: la schiacciante superiorità mostrata in pista dalle Frecce d’Argento durante tutta la passata stagione ha pochi eguali nella storia della Formula 1, ma un livello di prestazioni analoghe è stato esibito in passato, da monoposto come la Ferrari F2002, la McLaren Mp4/4 o la Red Bull RB7. Anche per queste auto il vantaggio sui rivali è stato netto e indiscutibile e l’unico modo per mettere a confronto queste e altre grandi vetture del passato è usare i numeri.Come si colloca dunque l’imbattibile Mercedes di Lewis & Nico rispetto a queste monoposto entrate nella leggenda della Formula 1? La risposta a prima vista sembrerebbe semplice: davanti a tutte. Stando alle statistiche la F1-W05 è la macchina che ha raccolto più punti di tutte nella storia, 701, vincendo 16 gare su 19, conquistando 18 pole, 12 giri veloci, 31 podi e 30 partenze in prima fila. Numeri che senza l’aiuto degli archivi sembrerebbero impossibili per tutti.Ma tutto va rapportato al periodo storico prima di lanciarsi in facili sentenze.#Con i 701 punti raccolti su un massimo possibile di 860 (ipotizzando 19 doppiette nelle 19 prove del Mondiale e considerando anche i doppi punti dell’ultima gara di Abu Dhabi) la Mercedes ha in pratica conquistato l’81,51% del bottino a disposizione. Per equità statistica però occorre far finta che ad Abu Dhabi i punti assegnati siano stati i soliti 25, 18, 15 ecc… per cui la Mercedes si fermerebbe alla comunque ragguardevole quota di 676 (ni ogni caso un record per la Formula 1) su 817, e la giusta percentuale di “dominio” sarebbe ancora migliore: 82,74%.Numeri mostruosi, eppure c’è chi ha fatto meglio e non è la Red Bull. La RB7 nel 2011 dominò il mondiale chiudendo con 650 punti su 817 (il 79,55%) dato neanche avvicinato dalla RB9 che lo scorso anno surclassò la concorrenza soprattutto nella seconda parte del campionato (596 punti su 817, pari al 72,95%). Per trovare qualcuno sui livelli della Mercedes dobbiamo spostarci indietro di qualche anno…Nel 1988 la#McLaren MP4/4#guidata dall’imbattibile duo Senna-Prost concluse il campionato vincendo 15 delle 16 gare in calendario, conquistando 15 delle 16 pole possibili e realizzando anche 10 giri veloci in gara. Allora#il team britannico fu capace di conquistare 199 punti#(9-6-4-3-2-1 il criterio di assegnazione) contro i 65 della Ferrari, seconda e soprattutto#su un totale possibile di 240. Paragonato ai numeri della F1-W05 emerge come la MP4/4 abbia vinto leggermente di più#conquistando l’82,92% dei punti in palio, un’enormità.#Adattando i punteggi di allora a quelli odierni#la McLaren di Senna e Prost avrebbe conseguito#576 punti su un massimo possibile di 688#migliorando il dato percentuale della Mercedes e toccando quota 83,72%.Ci sono poi le due stagioni dominanti della Ferrari#da prendere in considerazione, quelle del#2002 e 2004, concluse entrambe con 15 vittorie su, rispettivamente, 17 e 18 gare.#Nel caso 2002#il criterio di assegnazione dei punteggi in vigore (10-6-4-3-2-1) ha permesso alla#Ferrari di Schumacher e Barrichello conquistare 221 punti su un totale di 272 (81,25%)#ma#va detto che#in tre occasioni#e con cinque monoposto (Schumacher nelle prime due gare della stagione, Barrichello nelle prime tre)#fu utilizzata la vecchia F2001 in configurazione aggiornata#al posto della F2002 che esordì alla terza gara in Brasile (vincendo) guidata dal solo Schumacher.La stessa cosa accadde l’anno seguente, quando la vita della F2002 fu prolungata per ancora quattro gare nel mondiale 2003.#Andando dunque a vedere le sole gare dalla F2002 nel 2002 il dato finale è di 207 punti conquistati su un totale di 234 disponibili#(Nel GP Brasile 2002 conteggiati solamente 10 punti al massimo raggiungibili perché utilizzava la nuova monoposto il solo Schumacher).#La percentuale è spaventosa: 88,46%.#L’anno seguente ci fu un cambio di punteggi (10-8-6-5-4-3-2-1) e#nelle prime 4 gare la F2002 Ferrari arrancò, conquistando appena 29 punti su 72 disponibili.Aggiornando la situazione ai punteggi attuali questi sono i dati:
  • 603 punti per la Ferrari (F2001+F2002) in tutto il mondiale 2002#su un totale di 731, con una conquista pari al#82,49%#dei punti totali.
  • 563 punti raccolti dalla F2002 nel solo 2002#sui 627 massimi possibili, con una percentuale finale pari a#89,79%
  • 641 punti totale raccolti dalla F2002 tra 2002 e 2003#su 799 disponibili, pari al#80,23%#del totale

Più semplice il discorso per quanto riguarda il 2004, visto che la Ferrari utilizzò quell’anno, e per tutta la stagione,#la sola F2004. I punti finali nel costruttori furono#262 su un massimo conseguibile di 324 (80,86%)#mentre aggiornando il tutto ai punteggi odierni sarebbero stati#636 su 774, ossia il 82,17%#del totale. Ricapitolando la situazione sarebbe la seguente:1° McLaren Mp4/4 (1988 – Senna-Prost) – 576 / 688 = 83,72%
2° Mercedes F1-W05 (2014#– Hamilton-Rosberg)#– 676 / 817 = 82,74%
2° Ferrari F2004 (2004 – Schumacher-Barrichello) – 636 / 774 = 82,17%
3° Ferrari F2002 (2002-03 – Schumacher-Barrichello) – 641 / 799 = 80,23%
4° Red Bull RB7 (2011 – Vettel-Webber) – 650 / 817 = 79,55%
5° Red Bull RB9 (2013 – Vettel-Webber) 596 / 817 = 72,95%In sintesi#i numeri raccontano che la monoposto più vincente degli ultimi 30 anni di Formula 1 è stata la#McLaren Mp4/4#di Senna e Prost#o, limitatamente al solo 2002, la Ferrari F2002#di Schumacher e Barrichello con il dato mostruoso di 89,79%.Si può infine integrare il ragionamento considerando anche il valore dei piloti e i ritiri, non sempre dovuti all’affidabilità. Senna o Prost erano senza ombra di dubbio due#top driver, così come hanno dimostrato di esserlo anche Hamilton e Rosberg, mentre nelle coppie Schumi-Barrichello e Vettel-Webber si evince chiaramente come il “campione” in questione sia solamente uno.Estraendo dunque i dati#ispirandoci al sistema utilizzato per stilare le classifiche per marca nel Motomondiale,#considerando#ossia#il solo miglior risultato di uno dei due piloti per ciascuna gara durante una stagione, e integrandolo con quelli di altre monoposto storicamente dominanti ma con qualche ritiro di troppo,#questo quanto emerge:1° Mercedes F1-W05 (2014#– Hamilton-Rosberg) – 451 / 475 = 94,95%
2° Ferrari F2004 (2004 – Schumacher-Barrichello) – 423 / 450 = 94,00%
= McLaren Mp4/4 (1988 – Senna-Prost) – 376 / 400 = 94,00%
4° Williams FW15C (1993 – Hill-Prost) – 358 / 400 = 89,50%
5° Red Bull RB9 (2013 – Vettel-Webber) 415 / 475 = 87,37%
6° Red Bull RB7 (2011 – Vettel-Webber) – 414 / 475 = 87,16%
7° Ferrari F2001 (2001-02 – Schumacher-Barrichello) 409 / 475 = 86,11%
8° Ferrari F1-2000 (2000 – Schumacher-Barrichello) 364 /425 = 85,65%
9° Williams FW18 (1996 – Hill-Villeneuve) – 339 / 400 = 84,75%
10° Ferrari F2002 (2002-03 – Schumacher-Barrichello) – 395 / 475 = 83,16%
11° Ferrari F2007 (2007 – Raikkonen-Massa) – 344 / 425 = 80,94%
12° Williams FW14 (1992 – Mansell-Patrese) –314 / 400 = 78,50%È forse quest’ultimo il metodo che riduce più di altri il margine d’errore per stabilire con una certa equità il valore dei risultati ottenuti da una monoposto. La Ferrari F2004 e la McLaren Mp4/4 – che#hanno raggiunto lo stesso identico valore pari al 94% dei punti massimi ottenibili e che potevano essere considerate a buon diritto e pari-merito#le due monoposto migliori della storia della Formula 1 fino allo scorso anno – sono state oggi superate dalla super Mercedes F1-W05.Le Frecce d’Argento, pur lasciando per strada 3 gran premi sui 19 di quest’anno, erano comunque sempre#presenti sul podio, anche in quelle#tre occasioni, per due volte con il secondo posto come miglior risultato (Rosberg in Canada e in Belgio, in entrambi i casi dietro a Ricciardo), e solo nella rocambolesca gara dell’Hungaroring con il terzo (con Hamilton dietro a Ricciardo ed Alonso).È questa dunque la sentenza definitiva? No. Con i se e con i ma non si fa la storia, ma se andiamo a vedere i fatti non possiamo non considerare anche l’elemento fortuna. La McLaren Mp4/4 nonostante corresse oltre 25 anni fa, era affidabilissimo soprattutto in un contesto dove il tasso di ritiri era sicuramente più grande di quello attuale (solo 2 ritiri su 32 partenze per problemi tecnici).Va considerato anche che nell’unica gara storta – quella che si chiuse con la storica doppietta Ferrari con Berger e Alboreto a Monza 1988 – Alain Prost fu messo ko dal motore al 34° giro quando era comodamente secondo, mentre Senna si scontrò con il doppiato Schlesser a due giri dalla fine, quando aveva la vittoria già in tasca. In sostanza, i numeri danno un lieve vantaggio alla Mercedes F1-W05 ma sostanzialmente la McLaren Mp4/4 resta con un briciolo di elasticità l’auto più dominante della storia della Formula 1.

7 dicembre 2014 – La Mercedes ha da poco concluso una stagione trionfale, coronata dai due titoli mondiali e costellata di record e vittorie. Ma dove si colloca la#F1-W05 tra le monoposto più forti della storia della Formula 1?

Leggi articolo completo...